Un business plan: che cos’è e a cosa serve.

Un business plan è un documento che riassume i contenuti, le caratteristiche e le aspettative di un’iniziativa imprenditoriale.

Redigere un business plan significa effettuare una verifica a priori della fattibilità commerciale, economica e finanziaria dell’idea imprenditoriale accertando, con un processo razionale, la validità dell’idea ancor prima di avviarla a realizzazione, per evitare quindi i rischi connessi alle scelte dettate solo dalle intuizioni e dall’entusiasmo dell’ imprenditore.

Un business plan ben fatto permette di valutare quali potranno essere gli effetti che deriveranno dalle strategie produttive, commerciali, organizzative e finanziarie scelte e poste in atto per dare corpo all’idea imprenditoriale.

Il business plan fornisce all’imprenditore un prezioso strumento di pr ogrammazione e controllo della gestione.

La sua redazione richiede, infatti, all’imprenditore uno sforzo di proiezione nel mercato di riferimento dell’impresa, consentendo la predeterminazione degli obiettivi commerciali, economici e finanziari e la scelta delle strategie da adottare per il loro conseguimento.

In tal modo il business plan consente di tracciare un percorso a cui l’imprenditore potrà attenersi per il conseguimento dei risultati e per effettuare una verifica e un controllo continui dell’andamento della gestione aziendale.

Da evidenziare poi che il business plan rappresenta un moderno ed efficace strumento di comunicazione, indispensabile per illustrare il progetto imprenditoriale ed è un documento necessario in caso di richiesta di un contributo ad un ente pubblico oppure di un finanziamento bancario.

Vediamo ora di esporre in modo più chiaro a cosa serve il business plan e da quali voci è composto.

A cosa serve un business plan:

  • a ponderare in modo razionale  un’idea imprenditoriale;
  • a pianificare la nuova idea, evidenziandone i modi, i tempi e le risorse necessarie;
  • a verificare la coerenza e la fattibilità dell’iniziativa analizzando gli aspetti di mercato, organizzativi, finanziari;
  • a simulare costi e ricavi del progetto.

Quali sono le informazioni che fornisce un business plan:

1. tecniche

  • caratteristiche della nuova impresa o del prodotto;
  • tecnologie utilizzate;

2. marketing

  • mercato e clientela da raggiungere;
  • prezzi e politiche commerciali;

3. economiche

  • costi d’avvio;
  • fonti di finanziamento;
  • impatto del progetto su costi e ricavi dell’azienda;

4. descrittive

  • storia dell’azienda;
  • compagine imprenditoriale.

La stesura di un business plan deve quindi prevedere una parte descrittiva ed un modello di simulazione delle vendite, di costi e ricavi, degli investimenti, dell’organizzazione, ecc.:

  1. l’idea imprenditoriale,
  2. l’organizzazione aziendale o commerciale,  a seconda che si tratti di una nuova iniziativa o di un nuovo prodotto;
  3. la ricerca di mercato ed il piano di marketing;
  4. il conto economico e finanziario.
Be Sociable, Share!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Subscribe without commenting


Video & Audio Comments are proudly powered by Riffly